"So che siete delusi, so che siete addolorati. Abbiamo vinto le elezioni ma la vittoria ci è stata rubata. Una vittoria schiacciante, lo sanno tutti, soprattutto l'altra parte. Ma adesso dovete tornare a casa. Dobbiamo essere pacifici, dobbiamo rispettare la legge e l'ordine pubblico. Dobbiamo rispettare le grandi persone che lavorano nella giustizia e nell'ordine pubblico. Vogliamo che nessuno si faccia male. È un periodo difficile, non c'è mai stato un caso in cui sia successa la stessa cosa, che l'elezione è stata rubata a tutti. A me, a voi, al nostro Paese. Questa è un'elezione fraudolenta, ma non possiamo fare il loro gioco. Dobbiamo restare pacifici. Pertanto, andate a casa. Vi amiamo, siete persone veramente speciali. Vedete quello che capita, come vengono trattati gli altri, sono molto cattivi e spietati. So come vi sentite, ma tornate a casa e fatelo pacificamente".

 

 

 

Mascherina prodotta da una casalinga di Cagliari

Concordiamo con l'obbligo, imposto dal Comune di Cagliari ai cittadini, di indossare le mascherine protettive per fare la spesa. E' il momento di evitare al massimo eventuali contagi, e tutte le misure di contenimento sono utili. Lo hanno capito in Lombardia, dove è vietata qualsiasi uscita di casa senza mascherina. Vanno benissimo anche quelle autoprodotte, che possono sempre essere imbottite con filtri e carta da forno. Auspichiamo però che il Comune aiuti i cittadini a reperire sia i materiali per autoprodurle, sia le mascherine già esistenti, con una bacheca virtuale aggiornabile in diretta, che metta in comunicazione produttori artigianali volontari di mascherine, venditori professionali e semplici cittadini che vogliono acquistarle, elencando il tipo di mascherine con foto, eventuale conformità agli standard di legge, quantitativi disponibili e prezzi, in modo da tenere sotto controllo i costi e permettere ai cittadini di capire dove reperirle e potersi attrezzare per non violare l'ordinanza sindacale in modo dignitoso e il meno costoso possibile per la popolazione. Evitando, inoltre, che anche a Cagliari si producano gli eccessi di "fai da te" visti in tutto il mondo in questi giorni.

 
Daniele Caruso - Segretario Regionale - Movimento Sociale Sardo- Destra Regionale 
 
La medicina quasi introvabile nelle farmacie sarde
Da qualche giorno le farmacie sarde non forniscono il Plaquenil, una delle medicine fondamentali per permettere ai malati di artrite reumatoide di alleviare i dolori e lenire gli effetti devastanti di questa grave malattia degenerativa. "Nei depositi non le hanno" è la filastrocca che i farmacisti ripetono ai malati. Pensiamo che l'assenza del farmaco nelle farmacie sia correlata alla sperimentazione dei farmaci utilizzati per curare l'artrite reumatoide contro il covid-19, e sarebbe grave che le istituzioni decidessero il sacrificio di alcuni malati per sperimentare la cura di altri. Siano garantite le cure a tutti e vengano fornite immediatamente le medicine a chi ne ha necessità senza il prolungamento di questa vera e propria interruzione di servizio di pubblica necessità.
 
Daniele Caruso - Segretario Regionale - Movimento Sociale Sardo- Destra Regionale 
 
 
 
bombole abbandonate a flumini

Coronavirus, Flumini possibile bomba ecologica

 

Il rischio che la sorveglianza ambientale venga trascurata è forte.

 

Con l'attenzione rivolta al rispetto delle prescrizioni dei Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 e dell'11 marzo 2020 da parte dei cittadini, c'è il rischio che venga trascurata la sorveglianza dell'intero territorio comunale quartese da parte delle istituzioni. Per fare un esempio, questa mattina in via delle Bouganville sono state abbandonate sul bordo della strada due bombole, pericolose per le persone e per i danni ambientali che potrebbero conseguire a una possibile deflagrazione, anche nel caso in cui contengano un quantitativo minimo di di gas al proprio interno. E' solo uno dei tanti casi di discarica abusiva da parte di ignoti avvenuti in questi giorni nel territorio fluminese, scarsamente presidiato e coi maleducati che approfittando della situazione sporcano le campagne quartesi con rifiuti di ogni tipo. Una bomba ecologica pronta ad esplodere, che il Comune non si può permettere di trascurare. Il Sindaco si lamenta dell'anarchia dei cittadini quartesi, che non rispettano le norme anticoronavirus. Forse una migliore copertura del territorio da parte della polizia locale e una razionalizzazione delle forze sul territorio potrebbero essere un buon rimedio per il rispetto di tutte le regole, a prescindere dall'emergenza coronavirus. Eventualmente, chiedendo anche alla Questura lo stanziamento nel territorio di Flumini di un posto fisso permanente di polizia e carabinieri, visto anche il ripresentarsi del problema dei furti nelle villette.

 

 
Movimento Sociale Sardo: "Approviamo l'iniziativa del Sindaco Truzzu sul covid-19, dalla sinistra attacchi ingiustificati".
 
Approviamo l'iniziativa del Sindaco di Cagliari Truzzu, che ha saputo veicolare il messaggio giusto su cartelloni pubblicitari gratuiti.
La maggior parte dei giovani non capisce di essere un veicolo per il coronavirusvirus. Anche se i giovani si ammalano meno facilmente, possono trasportare in casa il virus contagiando genitori e nonni, che sono le persone più a rischio. Benvengano le forme di comunicazione più efficaci, anche se crude. 
Insensate le polemiche su internet, che dimostrano, ancora una volta, quanto sia difficile per le persone accettare la realtà dei fatti.
Condanniamo, infine, l'atteggiamento della sinistra, che sta approfittando della difficoltà dell'amministrazione regionale per lanciare attacchi indiscriminati anche alla maggioranza del Comune di Cagliari, strumentalizzando salute e sicurezza sociale con pietose e sterili polemiche che di politico non hanno nulla.
 
Daniele Caruso - Segretario Regionale - Movimento Sociale Sardo- Destra Regionale 
 
 
 
Area degli allegati
 
 
 

#Coronavirus. Da oggi l'Italia è interamente zona rossa. Gli spostamenti sono autorizzati solo per motivi di comprovata urgenza e solo portando con sè l'autocertificazione allegata a questo articolo. Le eventuali dichiarazioni mendaci saranno sanzionate penalmente.

Il modulo in pdf puoi scaricarlo cliccando qui

Autocertificazione Coronavirus